Leggere questo post ti porterà 5 minutos! Godere!

PETA apre gli occhi ai marchi per smettere di usare la lana mohair nelle loro collezioni. Che cos'è? Perché non dovremmo comprarlo?? Come possiamo aiutare?

Il mondo di moda e il suo avanzamento verso una produzione più consapevole con la società, l'ambiente e gli animali, non può consentire alle procedure di continuare a ottenere determinati tessuti che non sono tipici di una società evoluta. In questo caso parliamo di lana mohair.

Lo sappiamo tutti la lana è di origine animale ed è ottenuta dalla tosatura delle pecore (capre e, principalmente, pecora), sebbene anche la tosatura del lama rientri in questa categoria, alpaca, guanachi o vigogne. È un processo che, anche se un po' scomodo, non danneggia l'animale che può continuare con una vita sana. (Ovviamente sto parlando di processi responsabili e logici. – non pazzi o senza scrupoli che sono ovunque) pertanto, il suo uso regolamentato rientra nei parametri di Moda Consapevole. Ma in questo caso ci riferiamo specificamente alla lana mohair che è ancora più crudele da ottenere.

Da dove viene la lana mohair?

Dentro la tosatura delle pecore, c'è una categoria molto speciale che ha un processo di ottenimento più crudele per l'animale. Quello con il pelo della capra d'angora. Questo animale è una razza di capra domestica, molto piccolo rispetto ad altre famiglie di capre. Caratterizzato dall'essere molto docile.

Questo tipo di capra è originario del Tibet ed è arrivato in Turchia nel XVI secolo. 1849, La provincia di Ankara era l'unico produttore di capre in Angora. Si pensa che l'imperatore Carlo V sia stato il primo a portarli in Europa.

Il termine mohair sembra derivare dalla parola turca mukhya, il cui significato è "il migliore" [pile]'E con la parola araba mukhayyar, che significa "un panno di pelo di capra".

lana mohair

La lana mohair è ottenuta attraverso un processo di tosatura o taglio del pelo della capra d'angora. Lamentablemente, questo è un processo molto stressante per loro, poiché sono animali da preda e per questo motivo sono molto disturbati dall'essere immobilizzati e vulnerabili.

È un tipo di fibra di origine naturale considerata molto lussuosa. È importante notare che a differenza di altri filati che di solito sono ricci, i capelli in mohair sono molto lisci e fini. Produce tessuti che si caratterizzano per essere molto lucidi, fermo e liscio. Además, ha molta elasticità e non è soggetto a rughe. Viene utilizzato nella fabbricazione di maglioni, sciarpe e giacche di alta qualità.

Il principale paese produttore di fibra di mohair è il Sudafrica -60 % della produzione mondiale—, seguito dallo stato del Texas.3 Il Sudafrica esporta semilavorati di mohair ai produttori tessili europei, principalmente situato nel Regno Unito.

lana mohair

Perché PETA si oppone e criminalizza questo processo??

Per chi non lo sapesse – di cui dubito se siete lettori di questo blog perché ve ne ho già parlato in diverse occasioni – PETA è un'organizzazione per i diritti degli animali che veglia sui diritti degli animali. In questo caso specifico, ha denunciato in più occasioni gli abusi e i crudeli trattamenti contro le capre d'angora.

Questa organizzazione e molte altre considerano che tutte le situazioni che questi animali attraversano siano criminali. Por ejemplo, molti finiscono con tagli e lesioni durante il processo di taglio, che alla fine si infettano, causando loro la morte. Un altro aspetto molto criticato è che per pulire la pelliccia, le capre vengono gettate in una soluzione detergente altamente tossica., che può avvelenarli e ucciderli. Questa organizzazione per la difesa degli animali lo denuncia Per ottenere lana mohair, la cura o il buon trattamento di questi animali non è considerato in nessun momento, porre fine a pratiche orribili.

I brand hanno già reagito con la lana mohair

Recentemente, l'organizzazione è riuscita a convincere vari marchi a posizionarsi contro questo tipo di lana. Anche se alcuni marchi di lusso lo usano ancora, le grandi catene della moda di massa Zara, Topshop, Spacco, Repubblica delle banane, UNIQLO, Spirito, MANGO, Vecchia Marina, Atleta e H&M hanno annunciato di rinunciare alla lana mohair per la produzione dei loro capi.

Questa azione arriva dopo la diffusione di un video di PETA in cui immagini di 12 diverse fattorie del Sud Africa (da dove proviene più della metà della lana mohair mondiale).

Ecco il video (fai attenzione quando premi play, può ferire la tua sensibilità)

La ricerca di PETA è stata pubblicata dal Washingtontop Post, Ma prima che fosse reso pubblico, era già andato direttamente al dipartimento di progettazione e produzione di grandi gruppi tessili moda che hanno deciso di eliminare detta fibra dalle proprie collezioni. Aquí puedes ver el elenco completo dei marchi che non utilizzeranno la lana mohair. Questi grandi gruppi si sono impegnati ad eliminare questa fibra da tutte le loro collezioni prima 2020.

Come possiamo aiutare a non perpetuare questa sofferenza?

Es muy sencillo, Non acquistando nulla che contenga mohair sulla sua etichetta stiamo inviando un messaggio chiaro all'industria. Non vogliamo partecipare a questo crudele processo di tosatura!! Asimismo, possiamo educare le persone intorno a noi in modo che conoscano la situazione e siano consapevoli di ciò che ottengono quando acquistano mohair.