¡Leggere questo post ti porterà 6 minutos! ¡Godere!

La rivoluzione dell’abbigliamento di seconda mano: Conversazione con Leticia González, proprietario del negozio vintage e dell'usato Oh Oh July, en Granada.

Oggi voglio condividere un'affascinante conversazione che ho avuto con Leticia González, l'esperto di abbigliamento di seconda mano e proprietario dell'iconico negozio OH, Oh luglio en Granada. Parliamo della crescente popolarità degli indumenti di seconda mano, un settore che ha visto una crescita significativa, soprattutto tra le donne spagnole, con un 38% di loro ora acquistano articoli di seconda mano. Le fasce d'età di 18-24 y 50-65 hanno registrato la maggiore crescita in questo settore, indicando che gli indumenti di seconda mano stanno diventando più comuni e diversificati.

Qui puoi ascoltare l'intera conversazione sull'abbigliamento di seconda mano che è stata così interessante che abbiamo avuto nel mio podcast «Tirando il filo»:

Dietro le quinte dell'industria dell'abbigliamento di seconda mano

Sono sempre stato curioso di conoscere i dettagli del settore dell'abbigliamento di seconda mano., e volevo saperne di più da Leti. Iniziamo parlando di come acquisti vestiti per il tuo negozio.. Leti ha spiegato che ci sono aziende all'ingrosso che forniscono abbigliamento di seconda mano, che non è necessariamente vintage, ma una selezione di capi per l'uso quotidiano. Además, alcuni negozi acquistano da privati, ma esiste un filtro di qualità per garantire che gli articoli siano speciali.

Processi di lavaggio e sanificazione

Mi interessava conoscere i processi di lavaggio e igienizzazione dei vestiti.. Leti ha spiegato che ci sono delle normative e che gli indumenti generalmente arrivano pre-igienizzati.. Sin embargo, si occupa personalmente del lavaggio, ferro, e disinfettare gli oggetti nel suo magazzino separato utilizzando ferri da stiro a vapore ad alta temperatura.

La percezione degli indumenti di seconda mano

Sono rimasto sorpreso dal basso costo degli indumenti di seconda mano rispetto ai nuovi articoli.. Io e Leti discutiamo della percezione dell'abbigliamento di seconda mano e della sua evoluzione nel corso degli anni. Leti ha affermato che i vestiti di seconda mano non sono così economici o di bassa qualità come si potrebbe pensare.. Ha spiegato che i vestiti che vende sono in ottime condizioni e sono molto ricercati dai clienti.. Lo stigma associato agli indumenti di seconda mano è diminuito, soprattutto in paesi come il Regno Unito e i Paesi Bassi, dove esiste una lunga tradizione di negozi di seconda mano. In Spagna, anche la percezione è cambiata, e le persone ora apprezzano la sostenibilità e l'unicità dell'abbigliamento vintage.

Vestiti di seconda mano
Foto di cottonbro studio su Pexels.com

Superare lo stigma sociale y Standardizzazione degli indumenti di seconda mano

Ho chiesto a Leti se pensava che l'abbigliamento di seconda mano avesse superato il suo stigma sociale. Leti fu d'accordo e attribuì questo cambiamento all'influenza delle riviste. moda e il crescente apprezzamento per la sostenibilità e i pezzi esclusivi. Ha detto che i clienti spesso esprimono entusiasmo quando trovano articoli speciali che ricordano loro momenti iconici della moda o foto di famiglia.. Ho trovato interessante il fatto che le persone cerchino di ricreare look del passato con riferimenti classici.

Leti ha spiegato che l'uso di indumenti di seconda mano si è normalizzato e si è mescolato con abiti nuovi.. Non è più visto come qualcosa solo per «mostri» o un percorso di shopping separato. Ho sottolineato l'importanza dell'aspetto consapevole della moda di seconda mano, non solo il suo valore estetico. Leti crede che le persone possano diventare più consapevoli educandosi alla sostenibilità e all’ambiente. Ha detto che l’industria della moda ha già iniziato ad abbracciare il riciclaggio.

Trovare Pezzi Unici

Leti ha condiviso la sua esperienza nel trovare pezzi unici di design nel suo negozio. Ha menzionato come il suo amico, che chiama affettuosamente «Rilevatore di Chanel», riesce sempre a trovare queste gemme nascoste. Abbiamo scherzato sul darle questo soprannome per via del suo talento nell'individuare i capi Chanel..

Leti ha anche parlato delle sue scelte di moda e di come spesso indossa capi di seconda mano.. Ha condiviso un aneddoto su come indossava una cintura di plastica trasparente con strass durante l'ultimo tour di Rosalía. Leti ha spiegato che era una fan di Rosalía e di sua sorella, che era responsabile del suo taglio. CQuando la sorella di Rosalía vide la cintura, Gli è piaciuto e ha chiesto a Leti di mandarglielo. Leti mostra con orgoglio una foto di Rosalía che indossa la cintura come prezioso souvenir.

Riconosciute le scelte di moda uniche e di grande impatto di Rosalía, sottolineando il loro sostegno al riciclaggio e alla valorizzazione della moda pre-amata. Discutiamo di quanto sia emozionante vedere un piccolo negozio come Leti's a Granada, una città non nota per la sua scena della moda, ottenere riconoscimento e influenzare le persone al di fuori della tua comunità locale. Leti ha espresso la sua eccitazione e gratitudine per l'opportunità di avere il suo negozio e i suoi articoli presentati da qualcuno influente come Rosalía.. Ho ringraziato Leti per aver condiviso le sue intuizioni e spero che agli ascoltatori sia piaciuto questo episodio del podcast.

Insomma, La moda di seconda mano è in forte espansione e ha superato il suo stigma sociale. È un'opzione sostenibile e consapevole che offre pezzi unici e di alta qualità. E con negozi come Oh, Oh luglio a Granada, La moda di seconda mano sta guadagnando riconoscimento e popolarità, anche in città non conosciute per la loro scena della moda.